lunedì 16 aprile 2007

Ciambelle scottolate, o all'acqua o ciociare...


Sono pazza per queste ciambelle tipiche del frosinate, le fanno a Veroli, dove la prima domenica di settembre c'è anche una sagra dedicata, le ho trovate (versione un po' diversa, sia di impasto che consistenza) anche a Sezze (Lt)...fatto sta che ad ogni fiera o mercato le cerco...C'è anche la versione salata, una specie di grande ciambella di pane arrotolata e aromatizzata all'anice, e questa versione piace anche a Luca...Ieri ho provato a farle a casa, non sono venute come la versione dolce, che sono molto più leggere tipo tarallo, ma molto simile alla ciambella di pane. Ricetta


un bicchiere di acqua tiepida

mezzo cubetto di lievito di birra

500 gr di farina

50 gr di zucchero (secondo me ne va un po' di più)

2 cucchiai di olio

una manciatina di semi di anice

1/2 bicchiere di vino bianco


Sciogliere il lievito in acqua, aggiungere la farina, lo zucchero e i semi di anice, iniziare ad impastare e aggiungere il vino, lasciare lievitare un'ora almeno. Alla fine del periodo di lievitazione mettere a bollire una pentola con l'acqua, formare le ciambelle, quando l'acqua bolle diminuire il bollore e tuffarne una alla volta, sgocciolarle quando tornano a galla e disporle in una teglia con carta forno, infornare (forno caldo) a 190° circa finchè non saranno dorate, stamattina a colazione nel latte erano buonissime...si accompagnano bene anche ai salumi, soprattutto se si sostituisce allo zucchero il sale!

6 commenti:

Tulip ha detto...

Mai assaggiate!
Ma sembrano carine!!
e mi piace pure il piatto, quasi quasi te lo vengo a rubare!!

;)

raissa79 ha detto...

Ahah Quel piatto costa un occhio, è il servizio bello che abbiamo messo in lista nozze, quello è il piattone da portata, da solo sono 30 euro...ogni piatto ne costa più o meno 16, il servizio è da 12 e se me ne cade uno piango un mese!!! Se ti interessa sono una linea seltman! Le scottolate sono famose in ciociaria, magari ti è capitato di vedere la versione salata, più grosse a attorcigliate, le vandono spesso nei mercati nei cestoni di vimini!

Francesca ha detto...

piacciono anche a me queste ciambelline

Dolci Ricette ha detto...

Mio nonno era di veroli e andava matto per le ciambelline all'anice!! :))
Buone buone ...slurp :D

raissa79 ha detto...

Grazie, ho cercato di farle più somiglianti possibili, ma quelle di veroli, sono più leggere meno "panose", più tipo taralli, a me piacciono anche così, un po' come i bretzel dolci!Li fanno simili in un forno di Sezze. Ho visto il tuo blog, carino ho già rubato un paio di ricettine...

Anonimo ha detto...

...è vero sono eccezionali. Consiglio a tutti quelle salate con la mortadella!
Sono di Veroli, e devo precisare che queste non sono le vere ciambelle scottolate. Queste si trovano tradizionalmente nella versione salata, attorcigliate; vengono vendute in grosse ceste di vimini ai bordi delle strade, spesso durante i mecati rionali e vengono chiamate "ciammelle verolane".
Le scottolate sono più cotte ed hanno il caratteristico colore marrone scuro, irresistibili nel latte.
Un saluto all'amata Ciociaria!